FAQs

Di seguito elenchiamo le domande più frequenti che ci vengono rivolte e le relative risposte. Se anche tu hai delle domande non esitare a contattarci utilizzando le modalità che trovi nella sezione “contatti“.

Ci sono effetti collaterali ad assumere il Sale Rosa dell’Himalaya per lungo tempo?

Un cucchiaino di sale cristallino himalayano contiene circa 411 mg di sodio. Questa piccola quantità di sale ha un effetto incredibilmente positivo su tutto il corpo, e di norma, non provoca alcun pericolo, anche se assunto per lungo tempo. Il Sale Rosa viene metabolizzato più facilmente dall’organismo e questo è il motivo principale per cui andrebbe usato come condimento al posto del sale tradizionale. Bisognerà fare attenzione però alla somma dei due sali: in ogni alimento precotto o preconfezionato si trova già il sale da cucina tradizionale. Aggiungere troppo Sale Rosa alla dose già presente andrebbe a creare nel lungo tempo disturbi anche importanti, a maggior ragione perchè tutto il sale rosa ingerito viene assimilato. La raccomadazione quindi è quella di non esagerare.

Il sale rosa ha una data di scadenza?

No. Il sale rosa, come anche il sale raffinato, non ha date di scadenza: basti pensare che in antichità era il conservante per eccellenza. Basterà conservarlo in un barattolo di vetro a chiusura ermetica, in un posto asciutto e pulito perchè non incorpori sporco o umidità.

Il Sale Rosa può essere dato agli animali?

Certamente. Proprio come per gli esseri umani, il sale cristallino avrà il suo effetto positivo anche sul corpo degli animali. Se si mette qualche goccia di soluzione idrosalina negli alimenti, questa aumenterà la vitalità dell’animale e ne rafforzerà il sistema immunitario. Addirittura per i cavalli, che necessitano di un costante apporto di sale, sono in commercio dei rulli di sale rosa da leccare, in sostituzione ai tradizionali rulli di sale da cucina arricchito con altri elementi o aromi.

Perché è rosa?

Il colore rosa, visibile non solo esternamente, ma nache in trasparenza dentro i cristalli, è la conferma della presenza di altri elementi oltre al cloruro di sodio puro, che è bianco. In buona parte dipende dal ferro (di colore rosso) e il manganese (giallo). I diversi colori da cristallo a cristallo rispecchiano la sedimentazione che ha fatto il sale.